Le Lanterne di I.T.R.I.A.

La persona al primo posto
Penso, agisco e progetto mettendo al centro le persone senza preclusioni di sesso, religione, cultura, scolarità, abilità fisica, sensoriale e intellettiva.

La comunità è il luogo dell'esistere
Io sono, con la mia persona, in un ambiente costituito da tanti io. Ognuno, con la propria identità, costituisce un elemento imprescindibile del tutto e contribuisce allo sviluppo della comunità.

I luoghi sono parte della comunità
Mi impegno a rispettare i luoghi dove vivo, che attraverso, in cui passo il tempo libero, che studio. I luoghi e gli itinerari sono parte di me, che sono parte della comunità.

Il dialogo unisce le culture
Faccio della vita un incontro di culture diverse che si incontrano su punti comuni e si arricchiscono delle proprie specificità. L'accessibilità valorizza la multiculturalità.

La diversità come ricchezza
Sono unico esattamente come tutti gli altri. Quando creo tengo conto delle differenze non le evidenzio. Dall'incontro delle differenze cresce la cultura.

Le capacità nel segno dell'individuo
Mi attivo e valuto tutte le possibilità e le soluzioni offerte dall'ingegno umano attraverso le capacità di ognuno secondo le sue caratteristiche. Non scelgo la via più facile.

Il contributo di ognuno per tutti
Contribuisco, secondo le mie conoscenze e competenze, affinché, come un mosaico, tutti i pezzi dell'itinerario siano, il più possibile, di tutti e non per alcuni.

I diritti sono per tutti
So che ogni persona è diversa dall'altra, con bisogni differenti, ma uguali diritti e possibilità. Per questo, credo nell'uguaglianza dei diritti.

L'accessibilità è bellezza
Le mie azione sono mirate a fare in modo che ogni luogo consideri tutti nel rispetto della storia, della cultura e della tradizione.

Le esperienze fonte di crescita
Agisco e penso affinché una vacanza sia una esperienza di vita. Non giudico sbagliato ciò che non conosco, colgo l'occasione per comprendere.

La bellezza non ha valore effimero
Ciò che è bello ha una sua valenza. Che sia estetica o sostanziale, la bellezza promuove una sensazione di benessere che voglio promuovere. La bellezza aggrega e unisce.

La comunicazione nel segno del rispetto
Mi esprimo per farmi capire, nel rispetto della storia, della cultura, della religione e dei diritti altrui. Le parole ed i comportamenti sono un ponte.